Ti trovi in:

Tributi e tariffe comunali » COSAP

COSAP - Canone occupazione spazi ed aree pubbliche

di Giovedì, 24 Luglio 2014 - Ultima modifica: Giovedì, 18 Luglio 2019
Immagine decorativa

Canone dovuto per le occupazioni permanenti e temporanee su suolo demaniale o patrimonio indisponibile del Comune.

Si tratta del canone dovuto per le occupazioni permanenti e temporanee realizzate nelle strade, nei corsi, nelle piazze, nei mercati, nelle aree a verde e, comunque, su suolo demaniale o su patrimonio indisponibile del Comune. Sono soggette al canone anche le occupazioni permanenti e temporanee degli spazi soprastanti e sottostanti il suolo pubblico effettuate con manufatti di qualunque genere, compresi i cavi, le condutture e gli impianti, nonché le occupazioni di aree private sulle quali vi sia la servitù di pubblico passaggio. Qualsiasi occupazione di questi spazi ed aree deve essere preventivamente autorizzata dal Comune.

Sono permanenti le occupazioni di carattere stabile la cui durata vada da uno a ventinove anni.

Sono temporanee le occupazioni inferiori all’anno, nonché le occupazioni delle aree destinate dal Comune all’esercizio del commercio e le occupazioni effettuate per attività edilizia, indipendentemente dalla durata.

Qualsiasi occupazione di aree o spazi (temporanea o permanente) è assoggettata ad apposita preventiva concessione comunale rilasciata dall’ufficio competente su domanda dell’interessato in carta resa legale.

Le tariffe vengono determinate sulla base di questi elementi: a) classificazione delle strade; b) entità dell’occupazione espressa in metri quadrati o metri lineari; c) durata dell’occupazione; d) valore economico della disponibilità dell’area e del sacrificio imposto alla collettività per la sottrazione del suolo pubblico. Sono previsti coefficienti moltiplicatori per specifiche attività anche in relazione alle modalità di occupazione.

Nella sezione modulistica sono disponibili i modelli per le richieste di occupazione di suolo pubblico temporanee.

Esenzione marche da bollo

Si è esenti dall'apposizione delle marche da bollo nei seguenti casi:

  • Organizzazione di volontariato non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) iscritta all’anagrafe delle ONLUS ai sensi dell’art. 11 del D.Lgs. 04/12/1997, n. 460;
  • Ente del Terzo Settore ex D.Lgs. 117/2017 artt. 4 e 82;
  • Partiti e Movimenti Politici per petizioni agli organi legislativi, atti e documenti riguardanti la formazione delle liste elettorali, atti e documenti relativi all’esercizio dei diritti elettorali ed alla loro tutela sia in sede amministrativa che giurisizionale vedi allegato B tabella punto 1 del D.P.R. 26/10/1971 n. 642 modificato nella Legge 157/99 art. 27/ter;
  • Ente pubblico ai sensi dell’art. 16 del D.P.R. 30/12/1982, n. 955;
  • Federazioni sportive ed enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni ai sensi dell’art. 27-bis della Tabella allegata al D.P.R. 642/1972.

Esenzione pagamento COSAP

Per i casi di non applicabilità del canone si rinvia all’articolo 22 del Regolamento per l'applicazione del canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam