Ti trovi in:

Home » Territorio

Il Comune di Mezzana è posto al centro della Val di Sole e per questo ha ricoperto, nei secoli, un ruolo di riferimento per il passaggio di merci e persone. Ne è testimonianza il "Castellaccio" individuato come torre di controllo di attività e traffici.
Il territorio, nel fondovalle, è percorso da ovest verso est dal fiume Noce, la cui sponda destra appartiene al gruppo Presanella, mentre la sinistra fa parte delle ultime propaggini del gruppo Ortles-Cevedale.

Percorrendo l'autostrada del Brennero (A22) si esce al casello di S. Michele all'Adige-Mezzocorona, quindi si gira a destra verso Cles in Val di Non per poi proseguire verso la Val di Sole (Km 48 dal casello).
In treno si arriva alla stazione di Mezzocorona quindi, con un caratteristico trenino, si sale in Val di Sole fino al capolinea di Mezzana. 

Le Frazioni

Piccolo paese di montagna a quota 1051, con chiesetta del XVI secolo recentemente restaurato, costruito su un terrazzamento naturale che domina il fondovalle, presenta costruzioni tipiche della tradizione solandra, con muri in pietra autoctona fino al primo piano e strutture lignee nella parte soprastante.

Immagine decorativa

I due piccoli e suggestivi paesi di Ortisè e Menas sorgono sul versante contrapposto a Marilleva 1400, rispettivamente a quota 1479 e 1512. Il rio Valletta separa i due paesi posti su uno sperone di monte al cospetto di uno spettacolare panorama. In questi ultimi anni vecchie case e rustici sono stati, nel rispetto delle tradizioni, trasformati in accoglienti abitazioni, con interesse anche turistico. Sono da segnalare la chiesa parrocchiale di S. Cristoforo del XVI secolo e la chiesetta di S. Rocco del XV secolo, ubicata fra i due paesetti. Va inoltre ricordato che Ortisè ha dato i natali a don Giacomo Bresadola (1847-1929), insigne micologo di fama mondiale.

Nata come stazione di partenza degli impianti che dal fondovalle raggiungono quota 1400, dispone di diversi alberghi, bar, pizzerie, ristoranti, esercizi commerciali e ampi parcheggi tali da soddisfare le esigenze dei molti turisti che vi soggiornano, sia nel periodo invernale che estivo.

Costruita dopo il 1968, a quota 1400 mt., tra fitte abetaie, è raggiungibile sia con la strada provinciale 206 che parte da Mezzana, sia con la telecabina che parte da Marilleva 900. I grossi complessi presenti sono dotati di tutti i servizi ed i conforts di una moderna stazione turistica, comprese due scuole di sci, diversi negozi per vendita, noleggio e riparazione di attrezzature sportive. Le numerose piste da sci, dotate anche di impianti di innevamento artificiale, presentano vari gradi di difficoltà e si collegano in quota con gli impianti di risalita di Folgarida e Madonna di Campiglio con cui formano un notevole "circuito bianco" sulle pendici delle montagne circostanti.